Cultura

Il territorio lodigiano si presenta ricco di testimonianze di storia, arte e cultura. Il suo patrimonio artistico è visibile in tutto il suo splendore in ogni angolo della città di Lodi come nei paesi che le fanno da corollario.

Il Lodigiano anticamente era una terra paludosa, resa poi fertile dall’opera delle comunità monastiche di cui rimane un suggestivo esempio nell’edificio chiesastico, benché rimaneggiato nel corso dei secoli, nell’abbazia cistercense dei ss. Pietro e Paolo ad Abbadia Cerreto. A pochi chilometri da Lodi, immersa in uno scenario suggestivo della campagna lodigiana, emerge anche la mole della Basilica dei XII apostoli (detta di s. Bassiano a partire dal X secolo d.c.) di Lodi Vecchio.

La città capoluogo, nacque per volontà di Federico I di Svevia detto “Il Barbarossa” nel 1158 dopo la distruzione della romana Laus Pompeia, l’odierna Lodi Vecchio. I suoi monumenti più rappresentativi risalgono all’età romanica, all’età romanico-gotica, a quella rinascimentale  e barocca e tra questi spiccano la Cattedrale, la chiesa di san Lorenzo, la chiesa di sant’Agnese, la chiesa di san Francesco, il Santuario dell’Incoronata (capolavoro del Rinascimento lombardo) e la chiesa di san Filippo.

Nel lodigiano tutti da scoprire sono anche i castelli, i palazzi e le ville come per esempio Villa Biancardi a Zorlesco di Casalpusterlengo. 

Raccolte d’arte e musei custodiscono infine lo straordinario patrimonio artistico composto da opere di pittura, scultura e manufatti della ceramica artistica lodigiana conosciuta per il suo caratteristico decoro floreale. 

Cosa cerchi?
Dove lo cerchi?

Seleziona più voci nei campi per migliorare i risultati di ricerca

{{nome}}
{{nome}}

{{ extra }}

Vai alla scheda